Eduscopio, uno strumento che aiuta la trasparenza

Eduscopio è sostanzialmente il portale della Fondazione Giovanni Agnelli, che compie le valutazioni e le conseguenti graduatorie delle scuole superiori, basandosi sulla loro capacità di formare gli alunni agli studi universitari.

Viene utilizzato utilizza come metrica l’indice FGA. È l’indicatore che pesa in maniera paritaria al 50% la velocità nel percorso di studi, ossia la percentuale di crediti formativi universitari ottenuti, e la qualità nell’apprendimento universitario; la media dei voti agli esami di cui si è fatta menzione precedentemente.

Analizzare i risultati delle varie realtà cittadine permette di trarre determinate conclusioni:

La classifica Eduscopio dei migliori istituti di Milano:

1) Sacro Cuore

2) Giosuè Carducci

3) Giovanni Berchet

4) Cesare Beccaria

5) Giuseppe Parini

6) Alessandro Manzoni

7) Tito Livio

8) Primo Levi

9) San Raffaele

10) Liceo Classico Milano FAES

Prendiamo i risultati della scuola superiore a indirizzo classico/umanistico riscontrati nell’area metropolitana di Milano.

Tendenzialmente, nell’area meneghina sono determinati istituti ad avere ottimi risultati che vengono poi confermati di anno in anno nella top ten 2015 della classifica Eduscopio frutto di determinati asset che si costruisono nel tempo e non si acquisiscono o perdono in modo significativo nell’arco di un solo anno. Esempio calzante è il Liceo Classico Milano Faes, dell’omonima Associazione Faes, figlio di un percorso intrapreso più di quarant’anni 40 anni nella formazione degli studenti per prepararli al meglio per gli istituti universitari. Parallelamente, le solite scuole superiori con risultati pessimi restano confinate nelle parti basse delle classifiche.

Scende in graduatoria il rinomato istituto Leone XIII (a conferma che prestigio ed eccellenza accademica non vanno fondamentalmente a braccetto) uscendo addirittura dalla top 10, mentre Sacro Cuore, Carducci, Brechet eLiceo Classico Milano FAES si confermano ai primi posti di qualità.

Ogni anno la Fondazione vede aggiungersi un numero sempre maggiore di istituti che vengono analizzati e vautati, segnale forte sulla strada della trasparenza o quantomeno in linea con quel senso di correttezza che dovrebbe essere proprio di ogni settore della società.

Autore

Articoli Correlati