Al Qualifying School per l’Asian Tour dominano i coreani ma resistono gli italiani

Al Qualifying School per l’Asian Tour dominano i coreani ma resistono gli italiani

È l’ultimo giorno del torneo di qualificazione alla stagione 2017 dell’Asian Tour in cui sono impegnati i nostri connazionali Alessandro Tadini e Aron Zemmer (Asian Tour: due italiani alla ricerca della carta). Gli oltre 200 contenenti per la “carta” al Qualifying School sono stati ridotti ad 80 dopo il taglio avvenuto in seguito alla buca numero 36.

Su entrambi i circuiti golfistici di Bangkok su cui si sta svolgendo la competizione sono i coreani a guidare le liste dei giocatori: al Windsor Park&GC davanti a tutti c’è Youngjea Byun con 203 colpi e -13 dal par, seguito dal connazionale Songgyu Yoo, mentre sul percorso del Suvarnabhumi G&CC è Junhyeok Park a comandare la classifica, con 198 tiri effettuati: ben 18 al di sotto del par.

Gli azzurri, che competono entrambi sul circuito del Windsor Park&GC, hanno resistito alla prima selezione e sono in corsa per superare anche la seconda, che conferirà l’accesso alla finale ai primi 25 golfisti del Windsor e ai primi 26 del Suvarnabhumi.
Ottima fin qui la prova del piemontese Alessandro Tadini, che ha completato in 5a posizione il penultimo giro del torneo, conquistata dopo 206 colpi (-10), ponendo un ipotetico sigillo sull’accesso alla finale; sufficiente invece la prestazione di Aron Zemmer, che con il momentaneo 25° posto è rimasto per un soffio nei limiti di qualifica imposti al torneo thailandese.

La gara finale avrà luogo sui due tracciati del Suvarnabhumi G&CC e conferirà la carta piena per l’Asian Tour 2017 ai migliori 35 e ai pari merito al 35° posto.
Rinnoviamo gli auguri ai nostri campioni (in copertina).

Autore

Articoli Correlati