L’uomo del riscatto: Steele vince la Safeway Open

L’uomo del riscatto: Steele vince la Safeway Open

«Feels Good» scrive Brendan Steele sul suo account Twitter. Si sente bene, e come non esserlo. Nella giornata di ieri l’americano si è aggiudicato il torneo Safeway Open 2016 del PGA Tour al Silverado Resort di Napa County in California.

L’argentino Emiliano Grillo – vincitore della scorsa edizione- non è riuscito a espugnare la corazzata americana e ha dovuto cedere il trono al nuovo re a stelle e strisce.

Steele si sente davvero bene, e come non esserlo. Ha battuto il connazionale Patton Kizzire per un totale di -18 a -17 su un campo che l’anno scorso lo ha visto inciampare nelle fasi finali e che lo ha portato così fuori dai giochi. Ma i fantasmi del passato non gli hanno impedito di vincere.

Questa vittoria – dal risultato tutt’altro che prevedibile – ha quindi il sapore del riscatto, come se il destino gli avesse voluto dare una seconda possibilità.

La finale, vissuta fino all’ultimo col fiato sospeso, ha visto un Kizzire temibile e in splendida forma, la cui immagine ne esce tutt’altro che sconfitta. Onore all’avversario quindi.

Ma gli applausi sono tutti per Brendan Steele,  un uomo che ha saputo rialzarsi e un campione alla sua seconda   vittoria al PGA Tour, dopo la Valero Texas Open vinta nel 2011. Una vittoria, quella di ieri, che lo lancia di diritto nella Walk of Fame dei grandi e gli assicura un posto nel Tournament of Champions 2017 a Kapalua, nelle isole Hawaii.

Imprescindibile per chi adori questo sport, il torneo Safeway Open ha, negli anni, ospitato molte delle eccellenze del PGA Tour, tra cui Tiger Woods,  Rory Mcllory, Ernie Els, Vijay Singh, Rickie Fowler, Angel Cabrera e Louis Oosthuizen.

L’edizione 2016 si conclude così, tra applausi, sorrisi e la delusione di chi avrebbe voluto vedere sul il campione Tiger Woods dopo 14 lunghi mesi di assenza dall’agonismo.

Autore

Articoli Correlati