Novità dall’R&A: il golf a 9 buche sbarca all’ Open Championship

Novità dall’R&A: il golf a 9 buche sbarca all’ Open Championship

Come molti sanno, dal 14 al 17 luglio di quest’anno si svolgerà la 145esima edizione dell’ Open Championship, in programma sul percorso del Royal Troon Golf Club ad Ayrshire in Scozia. La cosa interessante è che questa volta la gara ufficiale sarà preceduta in data 9 luglio da una gara a 9 buche tenutasi fra 30 giocatori dilettanti.

La R&A ha promosso questa competizione con lo scopo di proporre una formula di gioco meno impegnativa in termini di tempo rispetto alle classiche 18 buche. Meno tempo, quindi, ma anche più divertimento. In questo modo La R&A ha voluto dare un segnale concreto sulla base dei risultati del sondaggio effettuato lo scorso novembre a St Andrews in merito al tempo di gioco nel golf. Alla luce delle difficoltà nel ritagliarsi lo spazio necessario allo svolgimento di 18 buche, il 60% dei golfisti partecipanti al sondaggio ha espresso preferenza verso un formato di gioco più breve.

Secondo il parere del Chief Executive della R&A, Martin Slumbers, sembrerebbe che questa formula di gioco su 9 buche, sebbene non rappresenti una novità, sia la scelta migliore per chi vuole vivere il golf come momento di evasione dalla vita quotidiana, magari insieme al proprio partner o con gli amici. Secondo Slumbers, sarebbe bello e interessante promuovere nei prossimi mesi sempre più eventi golfistici a 9 buche, così da abituare i golfisti a un nuovo modo di interpretare questo sport.

Anche l’irlandese Padraig Harrington, il vincitore dell’ Open Championship nel 2007 e nel 2008 e Golf Ambassador per la R&A, ha espresso il suo giudizio positivo a proposito del golf a 9 buche. Secondo Harrington, “Dare autorevolezza alle gare a 9 buche è la decisione più saggia per lanciare un messaggio a tutti i golfisti che si lamentano del poco tempo da destinare al golf”, ed aggiunge: “La gara a 9 buche che precederà l’ Open Championship sarà una bella occasione per dare risalto a questa formula di gioco e spingere tante persone a praticare questo sport con sempre maggiore frequenza”.

Immagine da OCCM Golf

Autore

Articoli Correlati