Henrik Stenson punta il titolo: Shell Houston Open

Henrik Stenson punta il titolo: Shell Houston Open

3° giornata conclusa allo Shell Houston open in Texas e Henrik Stenson vede il primo posto a portata, le prossime 18 buche varranno il titolo? Lovemark, Herman e Johnson proveranno il colpaccio

Dopo i tagli, in cui abbiamo perso giocatori come Louis Oosthuizen e Tony Finau, Henrik Stenson (-10) conclude 3° dietro a Jamie Lovemark e Jim Herman (-11) la 3° giornata dello Shell Houston Open. Jamie Lovemark  spodesta Charley Hoffman, che aveva dominato i primi due round ed ora è sceso alla posizione T7 (64, 70, 74; 208) non aiutato certamente dal +2 dell’ultima giornata. Jim Herman (69,69, 67; 205 tocchi) con un’ottima costanza di rendimento spalleggia Lovemark in testa. Ma là davanti non c’è da stare tranquilli, al 3° posto, oltre ad un’ottimo Henrik Stenson (69, 71, 66; 206), che ha concluso il 3° round addirittura a -6, ci sono Russel Henley (70, 68, 68; 205) e Dustin Johnson (65, 71, 72; 206), altro candidato alla vittoria del titolo alla vigilia del torneo, che però dopo una superba prima giornata ha raccolto solamente prestazioni non negative, quando poteva costruirsi un maggior vantaggio. Johnson, Lovemark, Herman e Stenson sembrano i migliori candidati alla vittoria finale, salvo sorprese, che non mancano quasi mai nel golf, all’ultima giornata. Roberto Castro occupa da solo la 6° posizione a -9 (65, 72, 70; 207) seguito da un gruppetto di atleti alla posizione T7, tra cui il sopracitato Hoffman, Chez Reavie, e Kyle Reifers, a -8 con 208 tocchi totali.

Rickie Fowler (69, 70, 70; 209) si ritrova alla posizione T10 con i coreani Whee Kim e Si Woo Chim e l’americano Kyle Stanley a -7. A – 6, subito dietro appare Jordan Spieth (67, 73, 70; 210), il numero 2 al mondo, con Charles Howell III, Will McKenzie, David Toms e Sean O’Hair. Sia Fowler che Spieth sono chiamati ad un’ottima prestazione all’ultimo giro per vincere il titolo: 4 o 5 distanze dalla testa non sono insormontabili ma non sarebbe un’impresa da poco recuperarle. Charl Schwartzel, Phil Mickelson, il canadese Graham DeLaet e Jamie Donaldson con lo spagnolo Rafa Cabrera Bello, a -5 inseguono: T19 li segnala la classifica.

 

La foto appartiene a Getty Images.

Autore

Articoli Correlati