E’ sempre più italiano il “Reply Italian International Under 16 Championship‏”

E’ sempre più italiano il “Reply Italian International Under 16 Championship‏”

È l’italiano Riccardo Leo il vincitore della nona edizione del “Reply Italian International Under 16 Championship” da quest’anno chiamato anche “Trofeo Teodoro Soldati”, in onore del campione uscente tragicamente scomparso lo scorso luglio. Leo è stato il protagonista indiscusso del torneo svoltosi al Circolo “Biella Betulle” tra il primo e il tre settembre: secondo dopo la prima giornata, a un solo punto dall’inglese Fitzpatrick, si è subito portato in testa in quella successiva mantenendo poi il comando fino alla giornata finale senza grandi problemi. Il torinese del Royal Park vince con una carta finale di 286 (-7), alle sue spalle si piazza lo svedese Viktor Hagborg-Asp distanziato di 4 colpi. Chiude il podio il sudafricano Hermanus Loubser con uno score di 291(-1).

Azzurri. Riccardo Leo è il quinto giocatore made in Italy ad aggiudicarsi il torneo dopo Teodoro Soldati, Guido Migliozzi, Renato Paratore e Corrado De Stefani. Oltre all’allievo di Gianluca Baruffali hanno fatto bene anche gli altri azzurrini. Quinto posto per il padovano Leonardo Bellini e il veronese Leonardo Novella con lo score di 292. Diciassettesimo invece il biellese Massimiliano, ventiduesimo l’altro biellese Gregorio De Leo e ventiquattresimo Andrea Romano. Le gioie per l’Italia però non finiscono qui: grazie a Bellini e Romano la nazionale si aggiudica alla fine della seconda giornata il Nations’ Trophy con 287 punti, seconda l’Inghilterra con 270.

Wild Card. Dalla prossima stagione il vincitore del “Reply Italian International Under 16 Championship Trofeo Teodoro Soldati” riceverà una wild card valida per l’Open d’Italia 2016. Riconoscimento questo dell’importanza che ha assunto la manifestazione nata nel 2007 ed ora tra le più apprezzate a livello giovanile europeo. L’ultima edizione ha visto 132 partecipanti provenienti da ben 17 differenti nazioni. Il torneo inoltre è stato il trampolino di lancio per alcuni degli attuali protagonisti dell’European Tour quali ad esempio il belga Thomas Pieters, l’inglese Matthew Fitzpatrick e Matteo Manassero, altra conferma del valore dello stesso.

Autore

Articoli Correlati