British Open, day 1: bene Edoardo Molinari, Manassero e Francesco Molinari in difficoltà

British Open, day 1: bene Edoardo Molinari, Manassero e Francesco Molinari in difficoltà

E’ un Edoardo Molinari che non ti aspetti quello della prima giornata dell‘Open Championship. Il meno favorito dei famosi tre moschettieri (Manassero e il fratello Francesco gli altri due), sfodera una bella prestazione concludendo in 18esima posizione con un colpo sotto il par sul percorso del Royal St. George’s Golf Club.

Edoardo Molinari ha segnato il primo dei suoi cinque birdie alla buca 6, poi è andato in altalena con due bogey alternati a due birdie. Due inattesi bogey consecutivi (12 e 13) lo hanno mandato un colpo sopra par, ma ha chiuso nel migliore dei modi con due birdie (16 e 18).

Ho giocato bene – ha detto – ma due colpi errati mi sono costati due bogey. A volte su questo campo è meglio sbagliare il drive di 50 metri piuttosto che di cinque. In ogni caso qui il vento nel pomeriggio tende a calare e per questo sono stato leggermente avvantaggiato. Vedremo domani mattina, visto che partirò presto, quali condizioni climatiche troverò”.

IN VETTA Guida la classifica provvisoria con 65 colpi, cinque sotto par, il danese Thomas Bjorn e il sorprendente dilettante inglese Tom Lewis, seguiti con 66 dallo spagnolo Miguel Angel Jimenez e dagli statunitensi Lucas Glover e Webb Simpson. In sesta posizione con 68 un folto gruppo di concorrenti che comprende i nordirlandesi Graeme McDowell e Darren Clarke, il tedesco Martin Kaymer e l’iberico Pablo Larrazabal.

GLI ALTRI ITALIANI Francesco Molinari si è trovato due colpi sopra par dopo cinque buche, poi tra la 7 e la 14 ha segnato due birdie e un bogey per chiudere con altri due bogey terminando a +3: “Non è andata benissimo, però neanche così male. Ho giocato abbastanza bene, ho sbagliato un paio di putt abbordabili sulle prime nove buche, poi ho chiuso con i due bogey, però lo score di tre colpi sopra par non è da buttar via.

Il campo era difficile, c’era parecchio vento e anche freddo di prima mattina, per cui poteva finire peggio. Ho provato il percorso la scorsa settimana, è molto tecnico e con il vento le difficoltà aumentano notevolmente, però è un campo che mi piace, tipico da Open Championship. Con il nuovo caddie mi trovo bene, ha molta esperienza e spero di continuare a lungo con lui e avere successo”.

Per Matteo Manassero un bogey e un birdie sulla prima metà del tracciato, poi tre bogey: “E’ stata una giornata abbastanza difficile e non ho giocato sufficientemente bene per procurarmi delle possibilità di birdie. Anzi ho dovuto imbucare alcuni ottimi putt per salvare il par.

C’era molto vento questa mattina e di conseguenza non siamo stati certo favoriti. Ho avuto qualche problema tecnico, perché non sono riuscito ad esprimermi al meglio e quando non sei al top spesso fai delle scelte che non sono quelle giuste. Il campo? Non lo trovo più difficile di altri: ho solo avuto problemi di ferri e questo spiega lo score”.

Segui live il British Open

Autore

Articoli Correlati